Antichità, sapori e … ruotino: la mitica Pizzeria Suppella a Secondigliano!

IMG_20150826_131614
Secondigliano, Napoli.

A Secondigliano ci sono nato, ci sono vissuto fino ai sei anni e ci torno spessissimo. Con il passare del tempo, con la mia crescita e la maturità che percepisco sempre più tangibile, ho imparato ad apprezzare i sapori dimenticati di questo quartiere di Napoli, sempre più vilipeso e ferito da una cronaca spesso brutale e ossessiva nel renderlo capro espiatorio di una città che non va di suo. Ne conosco gli odori, i suoni, i profumi, le pizzerie che mi hanno cresciuto (Carminiello e Gennaro su tutte), il mio cornettificio preferito tout court (ne riparleremo in separata sede), ma a 22 anni mi sono reso conto che c’era ancora un qualcosa che mi sfuggiva, un particolare ineffabile e al contempo gustosissimo. 😛 A questo qualcosa ho saputo dare un nome preciso, o meglio un sapore preciso: la pizza nel ruotino dell’ Antica Pizzeria Suppella! 🙂

L'entrata della Pizzeria Suppella :D
L’entrata della Pizzeria Suppella 😀

Una pizzeria essenziale, di quelle vecchio stampo, e ci mancherebbe, con 100 anni di storia! A Secondigliano, se parli di pizza nel ruotino la prima parola che pronunceranno sarà “Suppella!”… Una vera istituzione! Portata avanti dalla stessa famiglia dagli inizi del ‘900 (loop padre-figlio), negli ultimi anni ha abbandonato la sede storica per spostarsi di qualche metro, ma la qualità e la bontà delle pizze sfornate è rimasta inalterata, meravigliosamente eterea!

IMG_20150826_124424
La buona Ortolana. Bella quell’ olivetta al centro, eh? 🙂

Anche una semplice ortolana, fatta bene, può diventare la regina delle pizze. Quella di Suppella è buona, profumata. La base deve essere per forza poco cotta, la pizza nel ruotino ancient-style si fa/faceva così. Buona davvero, ogni boccone portava con sé la voglia di farne un altro! Vogliamo parlare poi di quella bella e simpatica olivetta posta al centro della pizza? 🙂 Un quadretto!

Se la volete più cotta basta chiederlo in anticipo, vi accontenteranno in tutto e per tutto, perché qui si respira aria napoletanissima, ed il popolo partenopeo sa essere un grande ospite (quando vuole)!

Il consueto taglio con vista sul cornicione.
Il consueto taglio con vista sul cornicione.

Morbida al centro, croccante verso l’esterno, ricca di ingredienti che (come dovrebbe sempre esser fatto) non vengono certo lesinati.

L'ultima fetta. Meno male che conservo sempre il meglio per ultimo!
L’ultima fetta. Meno male che conservo sempre il meglio per ultimo!

Un consiglio spassionato? Se vi trovate in zona, se avete voglia di riassaporare le vecchie tradizioni popolari, di provare la pizza nel ruotino come veniva fatta un tempo e aver modo di conoscere il lato nascosto (e bello) di un quartiere che nonostante tutto ogni giorno ci dà dentro per portare la cosiddetta “pagnotta a casa”, l’Antica Pizzeria Suppella è il luogo che fa per voi!

Il forno di Suppella!
Il forno di Suppella!

Arrivederci Suppella, alla prossima! 🙂

Arrivederci, Suppella! :)
Arrivederci, Suppella! 🙂
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...